Biografia

Bio

Sono nato a Milano nel 1971.

Mi sono diplomato presso il I Liceo Artistico Statale di Milano.

Mi sono laureato con lode presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, con una tesi in Progettazione Architettonica dal titolo: “Segrate - Centro Culturale Civico: biblioteca, auditorio, sala pluriuso, scuola media”.
Relatore Prof. Marco Albini, correlatore arch. Gianni Ravelli.

Sono iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano al n. 16615.

 

Sono Cerificatore Energetico Cened n. 24589.

Ho frequentato i corsi promossi da A.N.A.B. (moduli A e B), sostenuto l'esame finale e ottenuto la qualifica di Tecnico Bioedile, partecipando al Laboratorio di progettazione dal titolo: “Scuola materna di quartiere ad alta sostenibilità ambientale”.

Ho maturato una pluriennale esperienza di collaborazione nell’ambito della progettazione architettonica (preliminare, definitiva ed esecutiva, stima lavori in fase progettuale e contabilità lavori in corso d’opera) specialmente nell’ambito pubblico, di asili nido, scuole materne, scuole primarie, oltre alla progettazione di residenza e produzione. Tutte esperienze condotte applicando principi di Bioarchitettura con il legno come sistema costruttivo esclusivo e la selezione di materiali di origine naturale, in particolare isolanti vegetali.

Ho collaborato alla partecipazione di numerosi concorsi pubblici (di progettazione, di idee, aperti, a partecipazione ristretta, ad appalto integrato).
Ho prestato assistenza alla Direzione dei Lavori di edifici pubblici di medie dimensioni per la prima e la seconda infanzia.

Sono stato progettista e direttore dei lavori di interventi di recupero dell’esistente sia in ambito residenziale che terziario.

Sono socio attivo presso l’Associazione per i Vivai ProNatura per la propagazione della flora autoctona negli ecotipi lombardi.

Sono donatore di sangue presso AVIS e di midollo osseo presso ADMO.

 

Architettura

  • Credo sia possibile un’Architettura rispettosa delle persone, rispettosa delle preesistenze naturali e storiche, anche di quelle minori e più indifese.
  • Credo sia possibile un’Architettura che offra alle persone benessere fisico e soprattutto mentale, che consenta di ristabilire un rapporto diretto con la Natura, che accolga e protegga, che sia vitale e di stimolo ai sogni e ai desideri esistenziali dei suoi abitanti.

  • Credo sia necessaria un’Architettura con minori ricadute ambientali possibili, che applichi principi di preservazione e risparmio di suolo, di acqua, di attenta selezione delle materie prime; che faccia un uso oculato delle risorse energetiche, riducendo gli sprechi, i consumi e privilegiando le fonti di energia naturale rinnovabile.
  • Credo in un’Architettura di disegno personale e consapevole, di concezione contemporanea che guardi anche verso le altre Arti, interdisciplinare, modellata dalla realtà ambientale circostante e dal clima locale, che si integri all’intorno, dialogando con esso ma senza mimetizzarsi.
  • Credo nell’autodeterminazione dell’Architetto, nella sua capacità di intervenire nella realtà con misura e giudizio, secondo la propria personale e autonoma interpretazione; trasformando la realtà quando necessario o facendo un passo indietro di fronte alla Bellezza da tutelare.