Sede dell'Associazione per i Vivai ProNatura    (http://www.vivaipronatura.it)

Planimetria generale

press to zoom

Pianta dell'edificio Sede

press to zoom

Planimetria generale

press to zoom
1/2

Progettazione preliminare della nuova Sede per i Vivai ProNatura, Associazione Onlus per la conservazione e la propagazione della Flora autoctona lombarda.
Il programma è composto dall’edificio Sede, dagli spazi coperti complementari, dall’orto botanico e dal vivaio.
L’impianto generale dell’insediamento è impostato per permettere lo svolgimento delle attività in modo efficiente, in spazi di dimensioni adeguate e tra loro vicini per quelle attività con materiali e lavorazioni in comune, così da facilitare il lavoro e ridurre gli spostamenti degli addetti. L’edificio Sede, oltre ad essere punto di accoglienza dei visitatori, ospita la parte amministrativa/gestionale del Vivaio, il Laboratorio dei Semi, lo spogliatoio dei borsisti e i servizi. Esso separa lo spazio di accesso pubblico da quello retrostante di servizio, destinato alle attività di lavoro, che si svolgono nella parte nord, attrezzata con rimesse, tettoie e serra.
Il fronte sud dell’edificio Sede si affaccia verso l’orto botanico. Tra questi due si trova, in prossimità del grande albero, uno spazio all’aperto, attrezzabile per l’accoglienza delle scolaresche in visita.
Il piccolo edificio Sede, essenziale e di costo contenuto, è costituito da una parte ovest che ospita l’ingresso principale, l’accoglienza dei visitatori, l’ufficio e l’archivio; mentre verso nord una stanza pluriuso che accoglie biblioteca, riunioni e incontri.

 

La parte allungata verso est contiene, al centro, il Laboratorio per il trattamento dei semi (la ragion d’essere dell’Associazione stessa), a est gli spogliatoi dei borsisti, a nord i servizi igienici e l’ingresso secondario per accedere alle tettoie e ai magazzini.
L’edificio è pensato come un organismo unitario, che pur accogliendo al suo interno diverse attività distinte, mantiene una propria fisionomia compatta e definita.
È un volume di un solo piano con piccole sporgenze puntuali che costituiscono gli ingressi sia per le persone che per la luce naturale. I tre ingressi ordinano e distinguono i rapporti d’uso e i percorsi tra l’attività esterna all’aperto nel vivaio e le diverse parti funzionali dell’edificio.
Gli ingressi principale e borsisti sono protetti dalle intemperie e dal sole estivo con tettoie aggettanti dal filo dell’edificio.
Per la costruzione si pensa di utilizzare il sistema della prefabbricazione a secco in legno, che consente di contenere tempi e costi di realizzazione.